La scuola a casa via Internet

Oggi, come del resto ogni giorno, Nunzio (17 anni), pur rimanendo a casa, grazie a Internet è virtualmente in classe con i propri compagni della 4A dell'ITI Minerario "Asproni" di Iglesias (CI). Nunzio è affetto da una particolare forma allergica (la Multiple Chemical Sensitivity) che non gli consente di frequentare luoghi affollati, compresi i locali della propria scuola.

La stessa cosa succede a Volla (NA) per Alessia (11 Anni), a Guspini (VS) per Elisa (12 anni) e Giorgio (8 anni) e a Lanuvio (Roma) per Tiziano (8 anni).

Nunzio, Alessia, Elisa, Giorgio e Tiziano sono i bambini e i ragazzi inseriti nella rete di scuole coinvolte nella fase pilota del progetto sperimentale TRIS (Tecnologie di Rete e Inclusione Socio-educativa), promosso dal MIUR (DG per lo Studente) e condotto dall'Istituto per le Tecnologie Didattiche del CNR di Genova grazie a un finanziamento di Fondazione Telecom Italia.

Attraverso Internet, la rete di scuole di TRIS è in costante collegamento con i ricercatori dell'ITD-CNR di Genova per portare avanti un'importante attività di ricerca-azione finalizzata allo studio di ambienti ibridi di apprendimento in grado di consentire la partecipazione attiva e collaborativa alle lezioni d'aula anche a studenti impossibilitati (in modo temporaneo o permanente) alla normale frequenza scolastica a causa di problemi invalidanti.

2016-04-29

08:00:23

Iglesias (CI), Via Roma, 45

CNR - Istituto Tecnologie Didattiche, Genova